Aspettativa

Soundtrack:  Subsonica Up Patriots to Arms (feat. Franco Battiato)

Sono in aspettativa.

3 mesi fuori da quell’inferno.

Perché come un inferno l’ho vissuto.

Dovrei rientrare ad orario ridotto. Non ci credo se non lo vedo. Dicono una marea di cazzate lì.

Credevo di avere la mononucleosi per quanto mi sentivo debole e priva di energia. Malata di mal-lavoro. Dis-lavoro. A-lavoro. Scegliete voi.

Mi sono svegliata lunedì fresca come una rosa e iperattiva. Ho persino smesso di mangiare spaventose porcherie.

L’aspettativa è una strana dimensione. Aspettare cosa? Aspetta un attimo che mo’ torno. Aspè, tienimi il posto che vado di là. Aspetta che ora sono impegnata.

Appunto. Altro da fare.

Con un po’ di mie colleghe abbiamo messo su una associazione sanitaria per fare riabilitazione sul territorio a prezzi da discount.

Un’idea e non un’impresa.

Ci ha dato una mano il comune, praticamente regalandoci i locali e le utenze.

Già i centri privati ci corrono dietro con le mazze di scopa.

Parassiti.

Direi.

Abbiamo avuto faccia tosta sufficiente da andare a chiedere aiuto perché, persino in questa nazione ridotta a letame fumante, se hai una buona idea utile per tutti, qualcuno che ti sta a sentire e ti offre una mano lo trovi.

E perché non è di certo un modo per far soldi.

Ma il ragionamento non è alla portata di tutti. Non ora, non in questo momento storico, non in questo marasma sociale incattivito, incazzato, individualista e delirante.

E provatemi il contrario.

Vorrei mettermi in aspettativa anche da questo paese.

Scusate mi assento per un po’ e torno tra 3 mesi, conservatemi il posto.

Ma sono una ragazza anni 80, cresciuta sulla coda di un brontosauro convinto che la risposta fosse nel collettivo, nell’azione “pubblica” e finalizzata al benessere di tutti. Il brontosauro è morto ed estinto, questo è evidente.

Ma io sono viva.

E voglio fare quello che mi va e che mi fa stare bene.

Quindi, stay tuned, avrete notizie su questo, soprattutto vi racconterò come usciremo fuori dagli attacchi dei privati di qui. Magari faremo scuola. Fanculo.

Altro da aspettare?

Oh sì.

Aspetto i momenti da passare con Biancaneve perché son sempre i migliori.

Aspetto di trovar la volontà di dimagrire che serve sempre.

Aspetto di diventare un fenomeno mondiale a Ruzzle per battere la R* che è un mostro.

Aspetto che questo paese torni umano e solidale.

Aspetto il momento in cui smetterò di stupirmi per la bellezza delle cose per morire convinta di aver concluso.

Aspetto di capire come cazzo mi pago l’affitto il mese prossimo.

Qualcosa da aspettare c’è sempre.

6 thoughts on “Aspettativa”

  1. aaargh!!!! bentornata ecc ecc… ecc lo vorrei fare da sempre! (riabilitazione a prezzi da discount) quando posso tel per avere ragguagli più precisi sulle improbabili prassi da seguire??? è una gioia grande leggerti ciao amica coraggiosa

  2. beh… mèco! (mi pare si dica più o meno così, lì dove sei)… io finora non l’ho avuto, lo stomaco di fare quello che hai fatto ed “aspetto” di farmelo venire…
    devo dire però che non ho nè i tuoi stimoli nè le tue motivazioni e ne sto traendo la conclusione che sei un bel pò più viva di me.
    Congratulazioni e dita incrociate per te e le tue belle cose e buon lavoro (interiore) a me.

  3. “”ma io sono viva” è una delle frasi che amo sia leggere che pronunciare, una di quelle espressioni che si carica di significati diversi a seconda della situazione ma che alla fine si conclude sempre in un urlo alla vita, alla voglia di cambiare le cose, in una dichiarazione di indipendenza, di r-esistere e di speranza, cose in cui credo molto anch’io… dovremmo ricordarci sempre più spesso di non accettare di sopravvivere ma di pretendere di vivere e nel tuo post io ho letto questo, quindi grazie =)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...