Salve

Soundtrack: Deftones Change (In the House of Flies)

a tutti.

Mi guardo intorno un po’ rimbambita.

E’ tempo di cambiare qualcosa e, come sempre, scalcio e adotto la strategia della quaglia.

Passa il tempo e non si impara nulla qui.

Passa il tempo e mi fa male la capa.

Ho avuto tra le mani dei gioielli. Ho cercato di trattarli con cura anche pignola.

A volte lei ha distolto lo sguardo. Meglio, così non ha visto che tremavo di paura.

Che tremo di paura.

Dissennata e impetuosa Biancaneve.

Le ore insieme sono così poche, che crescono voragini di silenzio.

Poi si riempiono.

Poi si riformano.

Poi si riempiono.

Potendo, lo urlerei quello che ho vissuto. Ancora non ho imparato ad assaporarlo tenendolo dentro. Devo rileggerlo per goderne in pieno.

Brutto carattere.

Mi ritrovo, per l’ennesima volta, nel delirio della precarietà assoluta.

Niente sembra restare, niente sembra potersi prendere la responsabilità di essere un punto di riferimento.

Non il lavoro, non la casa, a volte neanche Biancaneve.

Vorrei che, tra 247 anni, la nostra storia finisse per esaurimento, non perché è troppo difficile o perché crea troppo disordine. Vorrei lei non dimenticasse che qui non esiste l’ordine, ma l’anarchia assoluta delle passioni e dei desideri.

Lo so che non vivremo mai insieme, lo so. So che non siamo fatte per un quotidiano ritmato come una macarena. Ci farebbe male. E anche se ci volessimo fare male, il resto ci ucciderebbe.

Noi siamo tango e bolero, credo. A tratti uno, a tratti l’altro.

Efferalgan.

Fa un rumore sinistro nel bicchiere.

Di che mi lamento?

Che probabilmente devo cambiare casa (non trovo una coinquilina), che non so se il lavoro resterà quello o un altro, che non so cosa voglio, che non vedo dove devo andare, che mi fa fatica muovermi e che, senza dubbio, quando mi comincerà la crisi ormonale definitiva, avrò ragione nel pensare che non ho niente, non mi sono costruita niente e non mi ritrovo una mazza. Non sarà solo una lamentela senza fondamento, avrò cazzo ragione.

L’efferalgan fa veramente schifo.

Ma se non lo prendo mi aspetta una notte seduta sul letto ad aspettare che la testa mi cada dal collo.

Be’, non è un granché come post di rientro.

Ma chi se ne fotte.

 

4 thoughts on “Salve”

  1. bentornata comunque… mi mancavi!
    se può aiutare… la mogliera preferisce l’Oki: è diventata la panacea per qualsiasi male la devasti ed effettivamente non fa tanto schifo, anzi. Pure ZiaTonda lo prende senza fare storie😀
    Baci da tutti/e

  2. se è sindrome premestruale non devi preoccuparti di niente.
    troverai lavoro e casa e biancaneve si schioderà dai settenani e deciderà che rifare un letto matrimoniale fa venire, decisamente, meno maldischiena.

    ps
    perché l’efferalgan, quando hanno inventato il moment rosa?
    (credo che contenga morfina, sennò non si spiega come riesca a farmi raggiungere il nirvana del completo annullamento fidico).

    pps
    i periodi di sfiga hanno un inizio ed una fine.
    su questo non ci piove.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...