Mi sento un po’ scema.

Sono indecisa sulla faccenda di continuare a mettere la musica oppur no. Si accettano consigli.

Chi mi ha linkato “lesbiche con le polacchine” su facebook?

Cmq, mi sento un po’ scema.

Mettere mano ad una cosa che è cresciuta con te per due anni in una maniera, cercando di viverla in un modo nuovo, mi fa sentire un po’ scema.

Spero non finisca come finiscono di solito i tentativi di rimettere in piedi un rapporto “su basi nuove e diverse”. Una di quelle puttanate che ci si racconta intorno al morto (il rapporto, appunto), intervallando canti sciamanici con tagli di vene.

Ma Penelopebasta è un blog, non è la mia amante. Ci posso provare.

Nel frattempo mangio biscottini “granin di riso” che consiglio vivamente a tutti.

E tossisco. Come un cane. Afono. Mi viene in mente di fare i sulfumigi. Qualcuno mi dice che esistono metodi più moderni. Ma il mio gatto ha vent’anni, la mia macchina fotografica ne ha 29, i primi libri che ho comprato (in blocco, a rate, con la casa editrice Einaudi che passava porta a porta) ne hanno 34. E, più di ogni altra cosa, io ho la fobia delle medicine.

E non è facile fare senza. Quando perdi pure la copertura ormonale.

La copertura ormonale è il vero superpotere, rendiamoci conto. Il fattore X, anzi XX.

Puoi fumare e non ti fa tanto male, puoi bere e mangiare come un porco e limitare i danni, puoi ammalarti e guarire più in fretta, puoi persino fare figli. No, dico, quale supereroe può tutte queste cose?

Ho letto fumetti della Marvel Comics dai sei anni in poi. Mi viene in mente in questo preciso momento, tipo illuminazione totale, che tutti i superpoteri dei quali si parla, sono sempre e comunque caratteristiche femminili. Fateci caso. E chiedete pure, sono ferratissima.

Sto cercando di rompere il ghiaccio. Si vede.

Qualche giorno fa ho parlato con una che conosco che ha la mia età e inizia ora le montagne russe della menopausa.

Ahvabbè, argomento principe questo. Teniamocelo per ora.

Notavo la sua rabbia. Sorda e affilata. E la paura.

Pensavo che non c’è grande differenza tra come si prende, emotivamente, l’arrivo del ciclo di fertilità e la sua fine. In qualche modo c’è la stessa modalità e lo stesso retropensiero. Uguale.

Quando nel retropensiero c’è l’idea di trovarsi di fronte a qualcosa che non ti appartiene, non puoi che contrastarla o, al limite, cercare di domarla.

E in questo istante mi comunicano che è nato un umano di 4 chili alla mia amica F. Ecco, quello quell’è.

Contrastare, domare, controllare. Non si può. Siamo fatte così.

Siamo fatte di superpoteri che ci governano spesso, disorientano, spesso, salvano il culo spesso. Siamo destinate a seguire i cicli (della luna, della vita, della nascita, della morte e di ogni cazzo di cosa) come tutti, ma essendone consapevoli come non è dato a tutti.

Siamo strutturate per questo e su questo.

Siamo capaci di seguire il ritmo delle onde e quando ci rifiutiamo, affoghiamo. Semplicemente.

Bè, argomento perso. Troppe cose durante. Attentati alla mia buona volontà.

Di certo vorrei che questo blog riprendesse l’interattività che aveva all’inizio.

Ricordo a tutti che ho una stanza libera in questa casa, che non è la mia.

Ricordo a me stessa che non è mai facile riprendere la penna in mano.

Sono, ovviamente, al cellulare con Biancaneve. Come quasi ogni notte. Le nostre cose vanno così, su onde morbide, con il mare che si increspa all’improvviso, con ondate travolgenti che a volte si riescono a surfare e a volte no.

Sapete cosa è il GLOP e cosa il DE- GLOP?

Buonanotte.

 

 

 

4 thoughts on “Mi sento un po’ scema.”

  1. eccheppalle con questa storia del genere maschile o femminile delle cose. Ora pure i superpoteri… Lo ripeterò fino allo sfinimento: le persone sono persone (o le anime sono anime, se preferisci) e persona (ma anche anima) è genere neutro. Poi, in genere, io preferisco le donne e forse è per questo che mi trovo bene nella tribù matriarcale in cui sono entrato. Ma non credo che sia una banale questione maschio-femmina… è che con queste (e con altre, colleghe, per esempio) non mi sono mai sentito in competizione.
    La musica. Non so… l’ho sempre usata troppo poco, nonostante la tua cazziata. Però mi hai fatto scoprire i Prodigy e un altro paio di nomi, per cui voto per il mantenimento.
    Illuminami su glop e de-glop, o mia Guru della modernità.😀

    1. lo sai che vivo il mondo femminile in stato di perenne esaltazione. E’ anche quello che conosco meglio. Di glop e deglop parlerò stasera, è un corso che sto facendo sulla comunicazione e la risoluzione dei conflitti.
      Mi sento come un motore che deve ripartire.
      Baci

  2. Anche io sono per la musica …perchè toglierla ?!?!?! del GLOP e il DE- GLOP non ne sò assolutamente nulla quindi attendo una tua illuminazione.
    Ne so qualcosa di menopausa (è un’esperienza che ho vissuto a 35 anni) pensa questa è la prima volta che ne parlo e scrivo (non è stata una cosa semplice e non lo è tutt’ora) ..posso dire che la testa ci innalza e a volte distrugge …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...