Tempi morti

sigaretta

Soundtrack: Dido It comes and it goes

Aspè che mi arrotolo una sigarettina.

Questa mi è venuta veramente orrenda. Con la gobba. Almeno il filtro non me lo ritrovo in bocca. E’ già una cosa.

Raffreddata in modo vergognoso da venerdì. A casa. Pensosa nei momenti nei quali il raffreddore non mi lìquefa il cervello.

Molto tempo per riflettere, anche troppo.

Non so se sia un passaggio necessario, usuale, fisiologico standard. Io non so se tutto questo pensare a come sono stata nelle mie relazioni di coppia sia sensato o del tutto onanistico come al solito.

Ma succede che io ci rifletta.

Vuoi perché ho una donna adulta davanti (ed è, in pratica, la prima volta), vuoi perché non è semplice dirimersi tra ragione e sentimento (op. cit. Maria Nazionale) anzi no, questo è facile. Me ne fotto delle ragioni e di qualunque conseguenza. Vuoi perché non è strappamento di fica e lacrime e struggimenti cosmici. E’ bello e basta. E’ caldo e basta. Entusiasmo ed energia e non solo perché è un inizio. E’ nella sua natura.

Forse, semplicemente, ho il tempo per ripensarci, alle vecchie cose.

Penelope tu non ti appoggi sulla persona che hai a fianco, ci collassi sopra!” – (op. cit. Fabolous 2008).

Penelope tu, nella relazione di coppia, ti spegni” – (op.cit. R* 2006/Ch* 2007 et al.).

Non sapevo come dirtelo” – (op. cit. St* 1998/Ex 2007/S* 2008 et al.).

Sono stata tradita praticamente sempre e praticamente sempre lasciata per un’altra. Fino all’ultima goccia di lesbodramma.

Sivabbè erano molto giovani e io pure. Sivabbè hai sempre scelto donne estremamente fragili per necessità tue. Sivabbè però.

Devo avere la testa di legno.

Così mi ritrovo, improvvisamente e ben oltre i 40, a chiedermi se ci ho mai capito una mazza di rapporti di coppia. Persino a chiedermi se il mio modo di sentire è compatibile con “la coppia” e se sono davvero in grado di costruire una relazione

E son cazzi, le risposte non le ho.

Perchè mai mi faccio queste domande?

Perché per me è importante saperlo ORA.

Biancaneve mi dice: “sei tu, tu senti così”.

Lei non mi permette giochini di controllo tipicamente lesbici. E lo fa con delicatezza. E io allora cosa so fare?

Improvvisamente mi accorgo che non mi è facile sentirmi amata per quello che sono e senza essermelo guadagnato con strategie belliche e alta finanza dei sentimenti. E’ esattamente questo che non so fare.

Pare una cazzata.

Ma quando ti si riesce a “vedere” per quello che sei anche dietro le cazzate, i capricci, la teatralità, l’ego e la maschera, non ha nessun senso cercare di sembrare meglio o peggio. Non ha senso cercare di infilare un aggettivo a quello che sei.

Questa cosa mi commuove, in realtà. E mi sconvolge, in fondo. E mi smonta paraculate e mani avanti. Non posso dire “non sono capace”, non posso dire “non lo so fare” o “non mi appartiene”. Diventa impossibile. Per me.

Sì, lo so, questo è un pippone inarrivabile. Un Magister Pipponis. Sono una segaiola, diciamocelo.

Ma cazzo come si fa? manco a spiegarlo mi riesce. La vedrò pure poco, ma è infilata in una piega impensabile di me. Non manca mai.

Saranno pure molti anni che non mi innamoro, saranno molti anni che non sento una mazza di niente e saranno molti anni che. Ma non può essere solo questo.

E sono perfettamente consapevole di quello che sento. P-e-r-f-e-t-t-a-m-e-n-t-e.

Ohhhhohh. Non ne vengo a capo.

Lasciamo stare e lasciamo che le cose scorrano. Non devono far altro.

Baci ai vecchi e ai nuovi.

P.S.

Al teatro dal 28 al 31 maggio. Ore 21.00 – la domenica ore 18.00. Prenotare che la sala è piccola. Lo spettacolo si chiama:

“IO STO UNA FAVOLA, E’ NAOMI CHE NON E’ NORMALE”

 

 

 

 

 

 

8 thoughts on “Tempi morti”

  1. certo che se ragioni così quando hai il raffreddore che intontisce il cervello, chissà che lucidtà quando sei in salute! o è il catarro che parla per te ??

  2. si, è esattamente così, lascia che le cose scorrino. Te lo dice un autentico professionista dell’attesa e del riuscire semplicemente a tenersi a galla quando onde di genere vario ti travolgono (qui magari qualche lettura buddista aiuta).
    In relazione a Naomi urge che ti organizzi a Napoli che noi non possiamo (il perchè te lo racconto in separata sede). Baci a te.

    1. PS (che magari interessa anche a la sora)
      stasera c’è un incontro elettorale di “sinistra arrepezzata” moderato da LC, insegnante!!!. Vado solo per salutarla e ricordarcivisicivisicivisi.😀

  3. Biancaneve ha rubato lo specchio alla regina ed ora lo specchio è proprio davanti a te, solo che lo specchio non risponde ai tuoi interrogativi, li pone gli interrogativi… ma poi esistono ste risposte ??!!

  4. Penny, sei un mito!
    Le parole sono pleonastiche; io so che tu sei quella che legge l’anima quanto il cervello.
    Non smettere di scrivere, maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

  5. Miiiiiiiiii che pipponi quando affoghi nel catarro…..o sarà l’età? ahahahahaha…..sei un mito Penni, non vedo l’ora di vedere lo spettacolo!

  6. ciao penè
    sono tornato e mi stanno travolgendo gli impegni svaniti nella settimana di vacanza
    how’s going?
    tutto bene?
    io sto una favola, ma come naomi non sono normale😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...