Energie sprecate 3

grettezza

Soundtrack: Camille Kfir

Sono cose che ho già detto. Credo anche più di una volta.

Sono cose che conosco e che ho incontrato infinite volte e che continuano a lasciarmi basita e rimbambita.

Ho qualche difficoltà a riconoscere libera cittadinanza alla grettezza d’animo. Proprio non mi riesce di essere democratica abbastanza da giustificarne l’esistenza.

Qualcuno mi dice che il mio vizio di voler vedere sempre e solo il meglio dell’altro da me è, in fondo, niente altro che insicurezza e bisogno di accettazione incondizionata.

Può darsi. Ci rifletto spesso. Tutto sommato una personalità narcisistica come la mia ha bisogno soprattutto di interazioni “incondizionate”.

Può darsi anche che della merda del mondo io ne abbia piene le palle e che mi trovi più a mio agio a guardare le cose con occhialetti rosa a forma di farfalla cieca.

Il problema sorge quando attraverso le lenti rosa della farfalla cecata passa la sputazza velonosa delle belve umane che popolano il mondo reale.

Se ci penso con più attenzione, il tutto nasce sempre dalle stesse identiche cose. Dalla paura che qualcuno possa acquisire potere prima di loro. E non importa se non è vero, non importa se è tutta una costruzione mentale, se non c’è niente da acquisire e niente da mettere in pericolo. Non importa, l’importante è avvelenare e uccidere per non essere messi “in dubbio”.

La miserabilità degli obiettivi, come già detto in altro post.

Se avessi una briciola di ambizione, non farei la logopedista.

Se avessi un unghia di necessità di guadagnare potere, avrei fatto un’altra vita.

Se tenessi al riconoscimento dei miei meriti, avrei avuto meriti da riconoscere.

Se ritenessi vitale proteggere il mio giardino, lo avrei recintato.

Se credessi di avere diritto a qualche cosa, me la sarei presa.

Scontrarmi con la rigidità del pensiero gretto mi destabilizza e mi disarma del tutto.

Come parlare ad un muro o cercare di far ragionare uno psicotico in delirio persecutorio. Un’impresa titanicamente inutile.

Questo non è un periodo di sole e calore, non solo dentro, anche fuori.

Questo è un periodo di valutazione.

Non dovrebbe durare molto.

Porterà a qualcosa.

Si vedrà.

Buonanotte tesori.

 

8 thoughts on “Energie sprecate 3”

  1. E no!
    Ma che fai, cadi sui “se” e sui “ma”?
    Mai e poi M A I presupporre un “se” o ipotizzare un “ma”.
    Non ti devi fare ste seghe mentali oppure diventerai cieca!
    Sole e calore dai…..

  2. Giusto per farti togliere gli occhialetti rosa (o son io che oggi li ho dimenticati, di solito li porto…), ti linko questo filmatino che è stupendo… stupendo perchè fa vedere quanti cogl… ni esistano ancora al mondo (e se sono stati eletti ce ne saranno molti di più che danno loro retta, temo). Stupendo perchè è talmente goffo il personaggio che la prima cosa che mi verrebbe da dire sarebbe “ma impara l’Italiano…”. Stupendo perchè… a volte l’ignoranza altrui è talmente elevata che diventa ridicola (in fondo Charlie Chaplin mettendo alla berlina Hitler e Mussolini ci fece un capolavoro di film “comico” come Il Grande Dittatore).
    Io cmq resto ogni volta basito… bah… e meno male che noi eterosessuali siamo i “normali”. Pensa se non lo fossimo… (notare la sottile ironia).

    http://www.affaritaliani.it/coffee/video/omofobicus.html

  3. da un manoscritto trovato nel 1692 a Baltimora nelle chiesa di Saint Paul: “evita le persone volgari e prepotenti sono un tormento per lo spirito” poi continua bla bla, e finisce così “mantieniti in pace col tuo spirito. nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. sii prudente. Sforzati di essere felice”. e proviamoci creatù

  4. First class day today. Obama’s inauguration (he used to be a student of this U) celebrated on campus. Hectic, moving day overall. Besos.

  5. @Fab: certo che hai un gran tempismo… copriti le recchie e non gironzolare al freddo e al gelo.
    @Mah: ce sto a provà.
    @luca: …
    @Dandy: dici che è per questo che sono miope, astigmatica e presbite?

  6. Sì, un tempismo di ‘sta minchia. Cmq, mi sento un po’ nel frullatore. Le recchie sono migliorate: paradossalmente l’aereo mi ha fatto bene. Scritto un sms di “in bocca al lupo” ad amicodelmuretto ieri. Risposta: sono le 4 e aspetto il taxi. Sono felice. Mai sentito amicodelmuretto dire “sono felice”. Mi ha rincuorato. Beh, that’s really all. Hugs and kisses and hearts up (sursum corda, I suppose)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...