80.000 – OTTANTAMILA e un po’ di cazzeggio——>

80000

Soundtrack: Poe Walk the walk

Non ho parole.

No, Alice, la caccia la facciamo per i 100.000.

Grazie Crila.

Penelopebasta addiction! almeno non faccio male, Vita!

Volevo avvertire luca spoldi che non so postare comment sul suo blog. Volevo fargli i cicci perché mi ha linkato con “dedica”.

Pensa, Altunghino, che Alice vuole mettere in palio una notte con me. Non mi sembra verosimile. Ma sicuramente è un pensiero gentile…

Ella, la Alice, propone ciò: chi mi trova, mi si tromba. Accetto suggerimenti più realistici ed educati per i festeggiamenti  dei 100.000. Qualcosa di fattibile e magari più controllabile. Tanto ci vorranno ancora un paio di mesi.

Le amiche si preoccupano per il mio ormone. Che cosa delicata.

Altre i preoccupano per i ritorni ed i comportamenti da adottare. Mi ero incazzata. Poi ho capito. Va bene così, mi sembra giusto. Cercherò di spargere in giro fluidità e leggerezza, sennò addiventa ‘na palla.

Vorrei la palla di vetro. La mia si è rotta. Davvero, non metaforicamente.

Un tempo leggevo le carte. Gli arcani maggiori e solo al diritto. Niente cattive notizie, mi innervosivano. Ho smesso di leggerle perché porta sfiga. A me. Il solo fatto di leggerle. Ma ero una brava cartomante soprattutto per la previsione di matrimoni e gravidanze. Tribus può testimoniare. Anche per individuare miei/mie futuri/e fidanzati/e. Il fab ci è passato e anche qualcuna che mi legge e non scrive mai.

O voi lettori/trici silenti che tornate compulsivamente e mai commentate, orsù, iniziate il nuovo anno con la follia di un commentucolo qualsivoglia, un saluto scarno, due parole in croce, il vostro perché.

Il mio narciso ha fame. Il mio narciso è un vampiro, a ben pensarci.

SVELATEVI, porca pupazza (che modo carino per non insultare le signorine della salaria).

Comunque avrete delle sorprese in primavera. Se tutto va bene.

Vorrei farmi venire in mente qualcosa di più carino e nuovo della caccia. Vedremo.

Chi dovrebbe andare a dormire

chi si preoccupa dei giorni a venire

chi pensa che io valga la pena

e chi con la mente si arena.

Ho scritto filastrocche per anni. Ancora mi diverto a farlo. In rima baciata. Ma anche ABBA.

Ho scritto lettere d’amore per altri. Uomini e donne. Su richiesta.

Ho scritto testi pubblicitari a strafottere. Anche sul veleno per scarafaggi.

Scrivo le relazioni sui pazienti in tre minuti, in piedi e/o nel cucinino e direttamente in bella copia.

Ho riempito decinaia (come dice la collez) di quaderni.

Ho scritto poesie.

Ho scritto lettere di protesta, lettere amministrative.

Ho scritto anche storielle sui miei colleghi, di fantascienza, horror o erotiche.

Stasera dovrei scrivere la domanda per un concorso che scade domani.

Mi rompo il cazzo.

24 thoughts on “80.000 – OTTANTAMILA e un po’ di cazzeggio——>”

  1. 😀
    caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia caccia ciccia
    Alf*** o’ fariniell’ assaje😀

  2. Ma che cazzo, pensavo avessi vinto soldi quand’ho letto 80000 e già ero pronto a chiederti un prestito. invece mi ritrovo a chiederti un prestito di lettori. anche se ogni volta che parlo di sesso o di me le visite al mio blog schizzano. Che sesso e Dandyboy siano la stessa cosa?
    Il mio pene è direttamente proporzionale ai miei successi. E non sono un perdente. O affermandolo ammetto il contrario?
    W l’EGO e W LEGO, W se ti lego, w le GO!
    Ubriaco stanotte? no, coglione.
    Auguri Penelopeeeeeeeeeeeeeeeee

  3. testimonio il ricordo della fila (lunga, anche), nelle riunioni familiari di natale-capodanno, per farsi leggere le carte e testimonio la correttezza delle predizioni. Io mi sono sempre rifiutato adducendo incredulo scetticismo: che fosse semplice paura lo sapevo solo io😀

  4. il trombopremio mi sembra troppo, eppure un pochino volgare, eppoi metti che chi ti trova per prima è una cofana arrugginita? nonnò, facciamo che le prime dieci che ti trovano devono mostrare delle abilità, poi delle prove e dei test fisicoattitudinali (chiaramente le prove le testo IO che sono rinomatamente ricchione percui incorruttibile) eppoi una rosa di tre può essere accompagnata al tuo cospetto che con una frustata individuerai la prescelta! chiaramente sei su un trono vestita di latex! …. vabbè vado sennò mi viene duro!😀

    NB tutto questo non è raffinato, ma almeno non è come buttare l’osso ai cani!

    ALF°°°°

  5. uau! felicitazioni, congratulazioni.
    Sto numero enorme mi fa venire in mente che è un po’ come se tutti gli abitanti di Treviso, o quelli di Casoria leggessero Penelope.
    Sei la preferibile!

  6. Tecnicamente il cazzo non puoi rompertelo… cmq.. contento ti sia piaciuta la dedica, son solito ringraziare esprimendo allo stesso tempo il mio pensiero ogni volta mi vien data l’occasione (e se non me la dò sul mio blog “privato” dove potrei mai?). Per i commenti mi sa che avevo disabilitato io per errore/distrazione la funzione, ma fa niente, basta il pensiero e poi come vedi ti seguo abbastanza da rendermene conto pure qui sopra (vabbè l’arterio, ma ancora ce la faccio…).
    Cià guagliò, statt’ accuòrt (si dice così?) ma alla fin fine vivitela meglio che puoi. E appuntamento a quota 100 mila allora🙂

  7. chi è MORK mo? che parla di me in terza persona?
    NB sbaglio o l’uso indiscriminato dei soprannomi o nickname che dir si voglia a sostituito quelle cafonissime pernacchiette???? io, che sono un raffinato, le ho sostituite, per il nuovo anno, con delle “O” in falsetto cosicchè possa dileguarmi con un certo tono!😀
    ALF°°°°°°°

  8. Raccolgo l’invito per un saluto. Sono una visitatrice silente, una delle tante forse. Perchè sono silente? Perchè non so giocare con le parole, non ne sono capace, non è questo il mio talento. E allora preferisco il silenzio ad un commento banale.
    E’ un piacere leggerti.

  9. Continua a scrivere Penni, in cucina o in camera da letto, in piedi o seduta, sul computer o sulla carta igienica, relazioni o post (invero saebbero meglio quest’ultimi), perchè leggerti è un tale piacere che non puoi essere così egoista da privarci di ciò!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...