Il popolo LGBTQ ringrazia

per la vittoria di Wladimir Luxuria all’isola dei famosi.

E se lo ha deciso la produzione, ci va di lusso ché è marketing assicurato.

Se davvero hanno votato gli italiani tvdipendenti, ci va bene e ci nascono un paio di riflessioni interessanti nel bene e nel male.

Ne riparleremo.

Nel frattempo e altrove, mi si sono aperti considerevoli squarci nella coltre di nebbia.

Ne riparleremo.

E’ tardi e ho sonno e domani di nuovo 9 ore. Ma, stavolta, comincio incontrando la mamma di un ciccio grande che è ‘na favola a guardarsi. Il mio ormone impazzito ringrazia.

Notte a tutti.

11 thoughts on “Il popolo LGBTQ ringrazia”

  1. Giubilo massimo, sì sì sì, e gaudio all’ennesima potenza anche perché tra tutte le persone incazzose e ciniche e cattive che formano il popolo LGBTQ ha vinto Luxuria che invece ha grazia da vendere.
    E la criticano perché non ha saputo rispondere a quella cazzo di domanda sulla caduta del muro di Berlino, che io in vita mia non ho mai sentito nessuno rispondere esattamente.

  2. Pur nelle mie miriadi di perplessità, io sono stata strafelice che abbia vinto Luxuria, perkè?
    Perkè io che sono mamma di una meravigliosa drag queen mi son commossa per la sua gioia alla faccia delle tante lacrime che avrà versato da sola in tanti altri momenti.
    Ancor di più strafelice e stracommossa quando ho capito dal labiale della mamma di lux – ancora un’altra vittoria, ancora un’altra vittoria!-
    Permettete che insieme a tante lotte straserie e straimportanti c’impegoliamo anke noi nel tunnel del dubbio : giusto o no!?!?
    Wladi ti abbraccio – drag mamy

  3. A queste cose ho pensato. Come ho visto le parole della mamma di wladimir.
    Il punto e il dubbio resta sempre lo stesso: servirà?
    oltre a noi, che siamo la diversità sessuale, oltre voi che vivete i vostri figli/e, oltre ai nostri amici e a quelli che, thanxgod, se ne strafottono, qualcuno cambierà davvero i propri pregiudizi al riguardo?
    Io non lo so più. Non ne ho nessuna certezza, non ne ho nessuna speranza.
    E lo vorrei.
    Abbracci a voi, ovviamente.

  4. Tutto ciò che può portare a riflettere, a delle critiche costruttive e propositive penso che serva.
    Wladi penso che abbia vinto anche o soprattutto per la sua storia; avrai notato la differenza fra la partecipazione di A.C.Paone, il cantante di cui non ricordo il nome e Wladi – sostanziale.
    Ovviamente di fianco a queste cose deve esserci l’impegno sociale e politico ; così come nel quotidiano possiamo trasformare tante discussioni frivole in perline di saggezza.
    Vengo da una cultura cattolica di cui ancora oggi è permeata la mia famiglia d’origine, uno dei momenti più belli è stato portare a casa di mia sorella (moralista, perbenista 72enne) il fidanzato di mio figlio.
    Un bacio mamy

  5. “Critiche costruttive e propositive”, appunto.
    Siamo un paese cresciuto a pane e Maurizio Costanzo Show. Luxuria ha una storia personale forte, è stato un’onorevole di questa repubblica e si è, tutto sommato, distinta per impegno e tentativi. E’ anche una donna di spettacolo, questo è fuor di dubbio. Non ho nulla da dire su di lei. Ma non sono sicura abbia vinto per la sua storia, non sono sicura abbia vinto per voto del “popolo” (che colpaccio per la produzione: in italia all’isola vince il trans ex onorevole animatore di notti gaie della capitale…), non sono sicura che questo farà modificare pregiudizi e rigidità mentali.
    Io posso immaginare la tua fierezza. Posso immaginare che con il tuo orgoglio hai cambiato la testa di molte persone (mi pare di capire che vivi in un posto piccolo?).
    Credo più in questo, fondamentalmente.
    Su facebook c’è un gruppo “per l’eliminazione di personaggi schifosi come Luxuria”. C’è, che lo si voglia o no. Qualcuno ci si è iscritto. Qualcuno crede questo.
    E’ un fatto.
    Scusa, oggi sto rincoglionita di inluenza che la metà basta. non sono in grado di dire di più.

  6. si vivo in un piccolo centro del sud e come in tanti altri momenti della mia vita ho cacciato fuori la forza per portare avanti, insieme ad altri, un’ennesima battaglia. Quando cerco di capire l’Italia m’incazzo come una belva, siamo ipocriti, finti da capo a piedi. Abbiamo messo la nostra cultura, la nostra arte, i nostri mestieri sotto i piedi di luridi malfattori. Abbiamo delle grosse responsabilità, troppo silenti e permissivi.
    Ank’io ho letto di quel gruppo su FB , ma non ho avuto il coraggio di entrare a leggere. A presto, guarisci – un abbraccio mamy

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...