Anima moscia

Soundtrack: Malika Ayane – Feeling Better

Ci ho l’anima moscia.

E devo andare a comprare le sigarette.

E non mi sono fatta la doccia.

In un neverending pijama da domenica pomeriggio.

Eppure cose da dire ce ne sarebbero.

Ho anche promesso un post sul sesso tra lesbiche a letto.

Ma poi mi imbarazza.

Devo scendere. Sigarette. Rota. Che palle le dipendenze. L’idea di infilare i pantaloni. Aborro. E poi espormi alle intemperie, al gelo autunnale improvviso e improvvido.

Non so se ce la faccio.

Ahhh bè, andiamo bene…

Allora?

Sappiate che siete tutti schedati. Sono la Granda Sora di WordPress. E non mi spiegherò meglio di così.

Tra i miei mosci pensieri odierni, anche uno sul fidanzamento. Il pensiero era: “E se mi fidanzassi?”.

Una risposta si è formata tra la parete posteriore del cranio e il deltoide. Era una risposta tridimensionale, con una texture marmorizzata ed un peso specifico pari a quello di un pietrozzo di Uranio.

Era una risposta molto chiara, limpida, assolutamente non equivocabile.

Era una affermazione più che una risposta.

La scritta di marmo e uranio recitava “MANCO MORTA” ed è arrivata sulla nuca alla velocità di un protone impazzito.

Sono svenuta.

Credo di essere ancora svenuta, è per questo che sono moscia?

Può darsi.

Ma come si fa?

E’ troppo complicato, fa perdere un sacco di tempo, scompiglia programmi, destabilizza ritmi.

Nun se ne parla.

E poi:

  1. bisogna incontrarla, una donna che ti faccia venir voglia di stravolgere l’ordine ossessivo che ti tiene in piedi, ma chere Penelopè;
  2. bisogna che lei incontri te, dear Penelopi;
  3. bisogna trovar la forza di essere seduttive, simpatiche, affascinanti, travolgenti, misteriose, socievoli, trascinanti e tu, mein liebe Penelopen, sei una uallera (=ernia inguinale, N.d.T.);
  4. bisogna ricominciare a spiegare (come diceva Lello Arena che non lo trovo su youtube), c’è da impegnarsi, si ha da essere un minimo collaborativi ed è necessario avere liquidità per sostenere gli incontri on the road, e tu non brilli nel lavoro di gruppo e non hai un euro, querida Penelopes.

Detto questo, ho detto tutto.

Parlar di sesso proprio non mi va, vero è che chi non lo fa ne parla, ma anche no.

Buonanotte, schedati lettori del blog di Penelope, vecchi e nuovi che voi siate.

E non mi si sfracantino i coglioni, please, che mi basta il fatto che devo andare a comprare le sigarette.