Firewalls

Soundtrack: Barriere – Thunder In Sunshine

Il firewall del mio pc mi protegge da attacchi e invasioni indesiderate. Ma chi cazzo è che va in giro per pc altrui a fare danni? misteri dei tempi moderni.

Però, il firewall del mio pc, protettivo e solerte, mi impedisce di scaricare file da e-mule. Irritante.

Devo aver attivato un firewall anche nella mia testa (cuore, polmone, ventre e altro hardware similare).

Credo di averlo messo lì per proteggermi da qualcosa che dovevo (devo?) ritenere pe-ri-co-lo-sis-si-mo.

Fa bene il suo lavoro, ma impedisce al mio pensiero (sentimento, respiro, istinto ed altro software similare) di modificarsi/fluidificarsi/ammorbidirsi/aprirsi.

Apperò.

Mica poco.

E’ un po’ come se avessi messo su uno splendido castelletto di carte francesi. Quelle con il dorso rosso o blu e i disegnini piccoli piccoli. Deve essere stato faticoso, un lavoro di infinita pazienza e determinazione, concentrazione e attenzione. Una di quelle cose totalmente inutili che si fanno nella convinzione di non poterne fare a meno. Una gran cazzata, in pratica, ma talmente costosa in termini personali da diventare un prezioso tesoro da proteggere.

Ovviamente può bastare un soffio di vento, una mano distratta, un cambio degli equilibri, un movimento involontario anche distante, per mandare tutto a puttane (con rispetto parlando delle signorine stradali che, certo, non hanno tempo da perdere con i castelli di carte fatti da me).

Si rende necessario il FIREWALL.

Uno strumento di difesa totalmente sovradimensionato per proteggere una strunzata senza senso.

Energie sprecate, perbacco.

Non si disattiva più. Ho anche provato a inserire le “Eccezioni”, a dare precise direttive su quando e come intervenire e su cosa no. Non funziona, fa come vuole, è fuori controllo.

Il risultato è che non sopporto che mi si facciano critiche, che mi si facciano notare contraddizioni, che si confutino i miei ragionamenti, mi si metta in discussione e mi si sollevino obiezioni. Su qualsiasi cosa.

Reagisco come un animale. Una belva feroce-un pitbull-un grizzly. Oppure piango. Signorina dell’ottocento. Il lupo con la cuffia della nonna. Rabbia animale e dissennata contro chi, comunque, dovunque, ovunque, si macchi della colpa suprema: tentare di superare il firewall.

E non riesco a fare update, upgrade o sharing del mio software (pensiero, sentimento, istinto, emozione, e-mule).

Quando mi è successo tutto questo? e perché? e come si leva?

DISCONNETTI

 

 

 

6 thoughts on “Firewalls”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...