Uff

Soundtrack: Beck – I’m a loser baby

Sono incazzata, nevrastenica e intollerante, stanotte.

Sarà che dormo troppo poco. Sarà che mi sono rotta il cazzo.

Delle frasi fatte, del lavoro non pagato, delle cose senza soluzione, della vittoria del PDL, della noia del mio lavoro in questo periodo.

Mi sono rotta il cazzo di sentire altri parlare di me, di sentirmi dire cosa devo e cosa non devo fare, di mettere le persone in condizioni di sentirsi autorizzate.

Mi rompe il cazzo avere orari, non avere abbastanza spazio sullo stendipanni, dover fare valutazioni a nuovi pazienti, non riuscire a farmi capire, aver voglia di mettere le mani addosso a qualcuno e non riuscire a farlo. In tutti i sensi possibili, senza escluderne neanche uno.

Mi rompo il cazzo dei miei pensieri rotondi e levigati, di non avere la libreria expedit, di ascoltare parole faticose e dolorose.

Mi hanno rotto il cazzo i mai, i faròdirò, anche i miei. Il non poter pagare l’affitto, l’avere sonno, l’avere voglia, il non poter fare quello che voglio.

Mi si sfracantano le palle a guardare la tv, a pensare alle cose, a mettere a posto i panni stirati, a inventare strunzate per negare che piango.

Palle, palle. Difendere la mia vita, che palle. Bloccare lo sclero, ragionare con la testa, non poter avere quello che voglio quando lo voglio. Palle.

Scartavetramento di coglioni per la mia ridicola compressione/repressione che per gentilezza chiamo “timidezza”, l’inutilmente eccessiva aggressività in situazioni prive di senso, la bronchite che non va via, la primavera che non arriva.

Qualcuno mi dica qualcosa di divertente.

Ma senza rompermi i coglioni.

 

10 thoughts on “Uff”

  1. no, non e’ qualcosa di divertente
    pero’ ti leggo da un po’
    mi piace quello che dici, banalmente mi identifico
    pero’ oggi
    di piu’

  2. Stamattina sono sul romipicoglioni andante anch’io ergo…mi limito a darti un saluto e a citare mia madre che davanti alla tv ha sentenziato “nun basta mettece ‘o rumm, ‘stu strunzo nun addeventa babbà”.
    A chi si riferisce mi pare chiaro e chiedo venia per eventuali errori ma ahimè, non ho napoletani in famiglia 😦

  3. Diciamo che sono strane le persone che il cazzo non se lo rompono…io a volte m sfasterio proprio e campà!
    L’importante è non reprimere lo scoglionamento nè per quieto vivere nè per buona educazione nè per senso civico…niente….sto rutt o cazz e bast, coccos?
    Organizziamo una rivoluzione nel nome dello sfrantecamento di palle?

  4. *Sulle note della canzone ‘Il cocodrillo come fa’*

    Ma la sinistra dove sta?
    Non c’è nessuno che lo sa
    si dice sia sparita
    dopo 60 anni di vita
    che con l’Arcobaleno
    non torni più il sereno
    e in questo meccanismo
    ma dov’è sto comunismo?

  5. a penelopebasta a me sembra tanto che ti manca quel coso c’hai un ph elevatissimo vuoi un consiglio? tromba un po di più vedrai come ti passa l’incazzatura……… fidati

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...