Collassai

Soundtrack: The Blues Brothers & Aretha Franklin – Think (Freedom)

In discoteca, dopo due birre, collassai.

Lunga lunga sulle scale di un posto che mi pareva Sodoma e Gomorra.

Ma questo è un inciso.

Il resto è “bananite”, perché sono una banana e potrei sciorinare una decina e più di buoni motivi a sostegno del pensiero base.

Ma evito, sarebbe imbarazzantissimo.

Perché Freedom nella soundtrack? perché mi sono resa anche conto che sono libera di fare il cazzo che mi pare. Lo so, l’ho già detto altre volte, ma certe sere sono totalmente avvolta da questa sensazione di gioiosa non appartenenza. Questo è il lato migliore del mio essere lesbica. In questo periodo di lati peggiori non ne trovo. Forse giusto uno, ma mi sa che non è perché sono lesbica, ma perché sono banana.

Stamattina andrò a prendere le mie cose residue a casa dei genitori della mia ex-fidanzata. Ho costretto i fabolous a farlo e mi mortifico un po’, non avrei dovuto. Ma sono contenta di riavere i miei cd e la coperta della nonna, ma sono mortificata lo stesso.

Poi ci sono molte cose che non capisco: gesti che sembrano gentili e che diventano piombo alla cintura, frasi che sembrano leggere e invece fanno male. Magari capirò, magari no, non si può mai dire. Così come non capisco, a volte, se sono io a non voler far qualcosa – in fin della fiera – o se è semplicemente impossibile. Banana.

Sono le sei meno venti della mattina. Sono tornata in macchina, di nuovo, per strade deserte e ho vissuto l’ennesima sensazione di estraneamento da questa città che pure conoscevo come le mie taschine.

Non sapevo neanche dove andare a prendere i cornetti – a Roma adesso lo so – e tornare a casa per un tratto dei quartieri spagnoli, a piedi, mi ha fatto sentire parecchio a disagio – a Roma non mi succede mai -, senza contare che adesso mi sembra che i driver napoletani ritengano normale non appoggiare nemmeno il piede sull’acceleratore; dovessero mai raggiungere i 40 all’ora…

La musica stasera era una vera tortura “unz-unz”, ininterrotta. Non lo reggo, ho capito che preferisco andare altrove. A volte è bene ricordarsi perché non si fanno certe cose e se ne fanno altre.

Però l’alba sul Vesuvio è meravigliosa.

 

 

Advertisements

27 thoughts on “Collassai”

  1. Se non sei abituata pierd a cap pure con un rum&coca!
    In merito alla discoteca…io ci vado circa una volta l’anno ed ogni volta mi ricordo come mai era da un anno che non andavo eheheheheheh….sul Vesuvio è meravigliosa anche la notte d’estate.
    C’è un silenzio surreale, quasi mistico, milioni di stelle che cadono anche se non è la cazzo di notte di San Lorenzo, le ombre delle montagne assumono forme familiari che si induriscono con la luce e ti senti per un momento lontanissima ed enorme rispetto a tutte quelle piccole luci della città che ti tremano sotto i piedi.

  2. Sei a napoli e per l’ennesima volta non mi hai chiamata allora te lo sei legato al dito il fatto che non riesco ad organizzarmi per venire a casa tua? Sei una………….! baci loredanina

  3. Scusa Benny famm’ capi’ cos’è che si INDURISCE nelle forme familiari? oggi la parola più usata in questo blog è BANANAfacciamo un po di attenzione. Eppoi ce la prendiamo con la chiesa che non ci vuole troppo bene….. :-))
    PS comunque magari una notte d’estate io con te ci vengo sul vesuvio, magari ….
    Alf**

  4. Io parlavo di INDURIMENTO dei profili delle montagne…non rispondo delle BANANE altrui eheheheheh 😉

    PS puoi venire quando vuoi…basta che porti anche un’amica bona ;-P

  5. ah Benny, allora a te la chiesa ti vuole molto bene…
    per quanto riguarda l’amica bona quando apro sul mio blog una sezione dedicata ai cuori solitari e dispersi sul Vesuvio sarai il primo ad essere avvis(t)ato.
    Alf**

  6. Ah ma dovevo specificarlo di appartenere al genere femminile lesbico?!
    Mnnagg sto nome è troppo androgino mi sa :-)))))
    Penelope prima o poi ti farò i miei complimenti da vicino…non per come scrivi ma per come senti.

  7. Ecco io proprio in onore di Sonica volevo condividere un dramma con voi…mi sta per arrivare il ciclo e non mi sento niente bene (mi ricordo tutto ghgh)
    Buona serata femmine belle, baci.

  8. gesù, gesù, gesù ho fatto il cascamorto con il genere femminile lesbico…. comm’ m’ so’ ridotto….
    Favoloso ajutam’ tuuuuu…
    🙂

    NB @penelope: che ti cucina sonica i broccoli?
    baci

  9. cazzo una lipstick! solo voi rimorchiate uomini che vogliono “salvarvi”!
    so’ diventato troooppo bravo con le categorie, mo’ mi iscrivo al milionario!
    o no Penè?

    un saluto Benny, ma magari sto nick lo modifichiamo? non lo so’ magari mettigli un po di rossetto. 🙂 salutamm’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...