Beella serata

Soundtrack: Paola Cortellesi – Scema

Ommioddio, hanno cambiato la grafica di wordpress e non ci capisco una mazza.

Ohhh. Un sacco di belle cose stasera. Mi si perdonerà il linguaggio adolescenziale, la lieve alterazione alcolica che mi pervade non mi consente formulazioni adeguate.

Eh eh.

Dunque, casa mia si apre, come desideravo, come mi piace, come mi appartiene. Da non credere.

Stasera cena da me. Sonica ha fatto il catering (nel senso che ha preparato una favolosa pasta alla norma) e portato due fantasmagoriche amichette nordiche. No che sono svedesi, nordiche nel senso di nord Italia.

Scopro che la mia cucina anni ’50 originale (non per mio merito, ma per immobilismo del proprietario) è accogliente. Che meraviglia.

Dunque mangiato e assai riso in compagnia di Elide. Abbiamo deciso di formare una giuria che, a proprio insindacabile giudizio, sceglierà un uomo per lei domani sera.

Ecco.

Poi al Tumbler. Incontrato altri amici della Sonica e, incredibile dictu, ho conosciuto OMAHA! Maddai? da non credere. Fossi meno inabile alle manifestazioni emotive avrei saltellato per la contentezza. Quindi mi scuso se sono stata un po’ sfuggente, ma è carattere, poi divento più frequentabile, col passare del tempo.

E, comunque, mi sono sentita socievole come un labrador, stasera. Come cazzo è divertente.

Devo dire che la Sonica mi mette di ottimo umore (uè, ti ho nominata 3 volte in questo post, mo’ non esageriamo).

Che altro dire? niente che ve ne possa fottere qualcosa a voi, lettori silenziosi e timidi, che non si capisce mai cosa vi leggete con piacere e cosa no. Ma cose che interessano me come, ad esempio: “chi lo avrebbe mai detto che ‘sto blog mi avrebbe portato tante cose?” e anche che adesso se trovo i commenti di Omaha mi posso ricordare la sua faccia e anche che mi sento cretina, stasera e anche che sono sveglia dalle 6 e sono le 3 ed è meglio se dormo. Anche perché non sono sicura di avere scritto cose sensate o intellegibili.

Ma non riesco a smettere. mi sono anche accesa una sigaretta.

Non mi pare però, di avere altro da dire. E non so nemmeno che musica o immagine mettere, proprio non riesco a concentrarmi. Lo faccio domani.

Ma sì che ho cose da dire.

Advertisements

11 thoughts on “Beella serata”

  1. :-))))))
    ma dopo che le abbiamo fatto una statua a elide, cocc bigliett gratis ci ho potev pure rà….!!!(n.d.t. ma qualche biglietto gratuito no?)…vabbè, questa giornata si preannuncia molto interessante ed è uscito il sole…pure tu mi stai troppo simpatica !e omaha è troppo un personaggio…ed è stato fantastico andare da lei è dire “ciao omaha io sono sonica!”

  2. Svegliata stranita come tutte le mattine.
    Ma attenzione : c’è il sole…mmm….meglio!
    Ricordo il fantastico spettacolo visto ieri a teatro….
    Poi leggo ‘sto post e rido come una scema 🙂
    X Penelope: se avessi iniziato a saltellare mi sarei un tantinello preoccupata!!!!
    X Sonica: hai ragione, la tua presentazione é stata una figata!!!

  3. bisognerebbe aprire una lunga discussione sui lettori silenziosi. Io appartengo alla categoria ma non volevo rimanere anonima e qualche giorno fa ti ho scritto. Perchè leggo i tuoi post? Perchè ho ritrovato dentro racconti che appartengono anche al mio vissuto.. perchè mi piace chi sa scrivere ed io amo le buone letture.. perchè mi piace sorridere e spesso, leggendoti, è successo… perchè non smetterò mai di essere curiosa di tutto..quella curiosità che mi fa scoprire cose belle.

    ciao penelope. Oggi qui c’è una luce che abbaglia.

  4. scrivo un commento non relativo a quest’ultimo tuo scritto, ma a quello precedente…riguardo al fatto che ti piacerebbe appoggiarti al pelo dell’acqua, ma non lo fai…non è che temi di lasciarti andare?l’abbandono spaventa tutti, ma è fantastico e liberatorio. posso capire che si può aver paura delle conseguenze, ma tanto quelle arrivano comunque se ci devono essere, sei una prova vivente di questo!!!a proposito, mi manchi molto anche tu, soprattutto il non poter condividere quel rapporto da subito instaurato tra di noi, di un altro livello…al di là della gravidanza. ti voglio bene. P.S. l’acqua è un veicolo, un mezzo molto importante, visto che ci sei legata, magari prova a realizzare quell’immagine di abbandono, forse ti servirà!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...