La Caccia a Penelope.

cacciaallavolpe.jpg 

Soundtrack: Maxim ft Skin – Carmen Queasy

Povera gatta mia, avessa sapè…

Dunque domani sera caccia alla penelope owner del blog Penelopebasta.

Sono terrorizzata dalle cazzate che partorisco.

Per quanto c’è da registrare che una collega di Elide (la quale Elide è stata rapita da un gruppo di alieni che sostengono essere i suoi donatori di lavoro e che affermano me la restituiranno solo quando le avranno risucchiato l’ultimo organo interno rimasto) ha detto che sono la maga del marketing multimediale.

La prova definitiva che partorisco cazzate.

Il problema è duplice o, come si suol dire nei circoli riservati upper lipstick lesbian: dicotomico. Nel caso nessuno mi pensi, il mio narcisismo ne verrebbe ferito irrimediabilmente, la mia autostima vacillerebbe, l’immagine di me disintegrata, la dignità perduta, l’orgoglio massacrato.

Una strage.

Nel caso qualcuno davvero mi dovesse pescare tra la folla: svengo.

Lunga lunga per terra sul pavimento del Circolo degli Artisti, quindi, siate prudenti, cauti e delicati (nel caso).

Badilate di amici mi hanno detto: “Veniamo, facciamo, diciamo, restiamo… “.

Non ho più sentito nessuno. Il deserto, il silenzio siderale, il nulla cosmico, l’assenza assoluta, il buco nero della comunicazione.

Quindi me la devo vedere da sola. Se mi esplode il cervello, raccoglierò i pezzetti da sola, dopo aver litigato con i proprietari per aver inzozzato il pavimento, e andrò via con le mie pive nel sacco. E se svengo nessuno mi tira su, Elide resta senza protezione e Z-Star si arrabbia perché le interrompo il concerto.

Ordunque, ho poco altro da comunicare, se non che domani la giornata inizia alle 6 e 15 e non finisce più, che adesso ho da stirare sennò domani che cazzo mi metto, che in realtà non avevo niente da dire e che mi frullano per la testa pensieri scoordinati, come i miei pigiami. Straparlo e faccio uso eccessivo di parole, ben oltre il consentito, perché sono agitatissima.

Sabato farò il reportino della serata.

Che altro?

Buona Caccia.

 

Advertisements

24 thoughts on “La Caccia a Penelope.”

  1. Comm’ sto scucciat’! Domani non sarò dei vostri, se leggi il mio blog saprai pure perchè.
    Commo mi sarebbo piaciuto rivederti, soprattutto perchè dopo tutti questi anni è evidentemente cambiato qualche cosa: ho capito bene cadi longa longa….. 🙂
    T.A.M (ti apprezzo molto)

    buona caccia.

  2. Ancora non mi son ridotta a parlare in terza persona plurale ergo…ho deciso di avvalermi di altri segugi 🙂
    P.S. ok x la maschera ma non ci hai fornito neppure un indizio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. penelope ma come si fa a riconoscerti stasera, mi vergogno di andare in giro con un cartello con su scritto Seeking Penelope Desperately e quando cadi lunga lunga per terra mi sa che è tardi…

  4. Sono le 10 quasi, appena tornata dal corso, cerco di prepararmi. Una doccia per riprendere vita. Sotto insistenza delle compagnucce mie, ho accettato di non portare il cappello. Mi pare una cazzata, ma insistono tutte.
    Indizio per nessuno, visto che è tardi e nessuno lo leggerà: profumo di pastiera…

  5. non ho capito un mazza ma fa lo stesso, non ho capito: sei lesbica? Ma fa lo stesso. Io, no, ma fa lo stesso. Un caro saluto e buon w-end!

  6. Non riesco a mettere un commento sul tuo blog, non me lo accetta, pretende una captcha che non trovo. Il comment è:
    Cosa meritavi?
    “scusa-non-avrei-dovuto-ho-sbagliato-sei-la-migliore-ti-amo-non-lo-faccio-più”?
    Davanti al cesso del Circolo?
    Non esiste una sola frase o parola detta che faccia sentire meglio. E tanto lei avrà desiderato lo sprofondo quanto e più di te.
    Peccato per la caccia, la riorganizzeremo meglio…
    Detto questo, farotti sapere, prima fammi sapere tu se sei maggiorenne o finisco in galera 🙂

  7. di più tipo: guardarsi negli occhi e dirsi senza parlare mi spiace per com’è andata, mi spiace…tutto qui. non occhi bassi di chi non sa contare quanto tempo è passato “dal momento cui parlavi e guardavi solo a terra, per paura che sentissi tutta quella lontanza”.
    molto maggiorenne, più di 30 meno di quaranta.
    hardly wait

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...