Lesbica Predatrice? (Post di transizione)

 leonessa.jpg

Soundtrack: The Niro – Just for a bit

Non sono pronta per il post che volevo scrivere, quindi mi prendo un momento. Godetevi la soundtrack, stasera l’ho visto all’auditorium, codesto ragazzo (The Niro) è veramente bravo e fresco e originale.

Noto che il MIO blog è diventato una Community di Fancazzisti che si inseguono saltellando tra blog, post e comments.

Che bello. Questo mi piace assaje e, ancor di più, mi piace ritrovare i miei amici quissù.

Perché ho amici che conosco da almeno 30, dico 30, anni e, fatto ancora più incredibile, non si sono trasformati in dinosauri: mi scrivono i commenti…

Grazie amico del muretto, mai avrei pensato che potessi intervenire, non so, ma non ti facevo fancazzista…

E poi Caterina, CATERINA! 

Vi avverto che c’è un sacco di roba in archivio, da cercare tra i “Capitoli” qui a destra o tra “Cose Vecchie” in basso a sinistra. Poi la musica è a destra, nel box blu; prima cliccate due volte sul brano che ho indicato e poi leggetevi il post con il sottofondo. Vi sto trattando come cerebrolesi, lo so, ma non mi fido della vostra web-modernità.

Volevo dire a Robainutile – a proposito del post sulla legge 194 – che, in realtà, per l’epoca non era nulla di speciale, nulla di eroico e nulla di particolare. C’era gente impegnata per davvero che di cose ne faceva (diritto allo studio, al lavoro, al recupero eccetera eccetera). Io ero solo persona informata sui fatti, mio padre uno che lavora e mia sorella una che ci credeva, alla politica.

Stasera sono stata all’Auditorium a vedere tre gruppuscoli giovanottoli: The Niro, Second Grace e Nathalie. Un bagno di freschezza, originalità e accordi drammatici. Un vero piacere. A sbafo ci so’ andata dato che, come ormai anche i muri sanno, l’errore sulla busta paga di gennaio ha provocato un tracollo economico di livello argentino.

E le lesbiche? E’ un sacco che non parlo di lesbiche. Ma tanto parlo sempre di me.

Stasera ho un ragionamento nuovo nuovo.

Al concerto, davanti a me, si siede una criptovintage. Peraltro con un viso splendido ma vestita come un operatore ecologico. Si gira anche un paio di volte nella serata e, alla fine del concerto, tergiversa un po’ vicino a me. E io?

Io ho capito che, per quanto me la canti e me la suoni da sola, non sono la predatrice che vorrei essere. Affatto.

Mi sono resa conto che ho l’occhio allenatissimo: riconosco le lesbiche in pectore e le donne in fragilità sessuale al primo sguardo, con infinitesimali percentuali d’errore. Il passo successivo, per una predatrice, prevede l’aggiramento (e lo so fare), l’isolamento dal branco (e lo so fare), la zampata finale (…).

Gnente, ti dico gnente. Mi viene da mettermi seduta di fronte alla preda cercando di convincerla, a chiacchiere, che sarebbe un buon pranzo per me e che sarebbe gentile da parte sua svenire o infliggersi da sola ferite mortali alla giugulare. Un affare.

Una cosa è certa, in questo periodo sono strafica e del tutto priva di contatto con la realtà.

Remember che il 7 al Circolo degli Artisti c’è il concerto di Z Star e la Caccia a Penelope x i 10.000 clicks.

Buonanotte, domattina sveglia all’alba e niente colazione, che ho le analisi del sangue e il tagliando ginecologico (chissà se mi costringono alla rottamazione, visto che è EuroZero, ormai).

 

 

 

Advertisements

9 thoughts on “Lesbica Predatrice? (Post di transizione)”

  1. Grazie Shuly. Allora, una donna in fragilità sessuale è una donna in crisi di insoddisfazione matrimoniale o di coppia, totalmente preda del desiderio di fare cose nuove e di “provare il brivido della trasgressione” per dare una svolta alla propria vita monocorde. Quindi, a volte, esse si buttano sul rapporto omosessuale, meno pericoloso, secondo loro, e assolutamente non in contrasto con il rapporto di coppia, secondo loro.
    Le donne in fragilità sessuale in genere trovano un bastardo furbo e con buon naso che, spesso, mette a rischio l’intero castello di vita quotidiana della donna in F.S. per senza niente.
    @collezione: lo so, ci sposeremo prima o poi.

  2. Oh ok, sono una donna in fragilità sessuale perenne allora. Ma è perchè sono perennemente in coppia e di solito molto a lungo. Ci son crimini peggiori dai.
    In effetti anche il mio ragazzo riterrebbe una mia svisata lesbo come relativamente innocente; l’unica lesbica a cui abbia menzionato questo fatto però si è incazzata come una biscia.

  3. @Shulypoo: noi dobbiamo ancora a lungo parlare…
    Tutta la mia solidarietà alla tua amica biscia.
    @xeena: chi interviene, a qualsiasi titolo, passa di diritto nei visitors. Dopo un po’ passa tra gli amici.

  4. La biscia in questione cmq è la signorina Vagiaina, la quale mi ha già dato anche della potenziale sperimentatrice scientifica, incubo di ogni lesbica, così per aggiungere. Io ci son pure rimasta male in verità.
    Certo, di che cosa dobbiamo a lungo parlare? 😀

  5. Vagiaina ha ragione, perbacco. E non è granché giusto sottovalutare le donne in questo modo. In fondo è sottovalutare te.
    Trovami una etero che si sia tirata una storia con una donna e abbia – poi – pensato che era una cosa priva di signifcato. Siamo donne, cazzo, mettiamo significato pure nel ragù, figurati quando scopiamo.

  6. Che devo dire, me ne preoccuperò quando e soprattutto se accadrà. Sono selettiva io e ostili le lesbiche verso quelle “come me” (loro mi chiamerebbero bicuriosa presumo, io semplicemente non amo infilarmi in categorie predigerite, sono solo una persona molto poco categorica o incline a usare i “sempre” e i “mai”), le possibilità sono alquanto bassine da un punto di vista statistico (donne intellettualmente stimolanti non è che se ne conoscano a grappoli, e io con un’imbecille non riuscirei manco a fare shopping, figuriamoci sesso).

    Credo che il mio ragazzo considererebbe la presenza di un pene come una forte aggravante di un eventuale e improbabile gesto adulterino. Agli uomini dà fastidio soprattutto quello, l’altro pene. Una donna non è una cosa facile da confrontare come un uomo, ed è quindi percepita come troppo lontana e più “soft”, una grandezza incommensurabile. Questo anche perchè gli uomini non scopano con il cervello con la nostra stessa intensità, io presumo.
    Come nota: questo non riflette particolarmente il mio pensiero, è solo una ricostruzione del possibile pensiero altrui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...